Tag Archives: Laura Besana

Stalking – I telefoni di Piazza Duomo

999117_10201772216096762_263535668_nperblogRacconto una storia di stalking. Questa fotografia che vedete  è l’immagine di uno dei telefoni pubblici posti nel mezzanino alla fermata metropolitana di Piazza Duomo a Milano.  

Quello che vedete scritto sopra intenzionalmente cancellato di alcune cifre, è il mio numero di cellulare. Stessa sorte è toccata alla mia amica Adriana. Se non fosse tragico sarebbe stato buffo. Erano scritti alternativamente sui telefoni del lato destro dell’edicola e sul lato Marelli. 

Questi sono gli stessi telefoni da cui il nove febbraio dello scorso anno, nel pomeriggio, ho ricevuto tre telefonate della durata dai quattro ai diciotto secondi dove il chiamante non ha parlato. Un’altra telefonata della durata di quaranta secondi la ricevevo più tardi dal telefono posto al mezzanino, vicino ai tornelli, di Piazzale Lotto. 

Adriana al tempo stesso con pochissimo di differenza riceveva le stesse telefonate.

C’è in giro qualcun* che credendosi spiritos* si diverte a compiere simili azioni.

Con buona probabilità è la stessa persona o comunque qualcuno vicino, che si diverte a dare il mio numero di cellulare e quello di Adriana nelle chat erotiche, di preferenza 77chat.com, facendo in modo che io e lei riceviamo telefonate per buona parte della notte, da uomini che ci chiedono prestazioni telefoniche. 🙂

E’ dal ventidue gennaio che questa storia va avanti e le telefonate sono state davvero tante. Mi hanno messo addosso tanta paura e tanta ansia anche perchè io in piazza Duomo ci lavoro

La puntata della LID. Senza Barcode portavoce del Diritto di famiglia

DA www.senzabarcode.it Chi conosce Senza Barcode lo sa molto bene, chi non lo conosce avrà la possibilità di scoprirlo, dopo aver lanciato il sasso non nascondiamo la mano. Ieri abbiamo pubblicato un articolo con l’intervista ad Adriana Tisselli, Laura Besana … Per saperne di più

Parole di Korczak

Dite: E’ faticoso frequentare i bambini. Avete ragione. Poi aggiungete: Perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ora avete torto. Non è questo che più stanca. E’ piuttosto il fatto di essere obbligati ad innalzarsi fino … Per saperne di più